Azienda

La nostra storia

dal 1957 produciamo vernici

Perchè Mirodur

Nel 1957 i fratelli Mario, Ugo e Renato Vitelli acquistarono una licenza belga per la produzione di vernici da specchi chiamata appunto Mirodur, acronimo di “miroir durèe” cioè “durata dello specchio”.

La società fu denominata “La Mirodur Italiana Srl” e iniziò la produzione  di vernici in un piccolo capannone in periferia di Roma riscuotendo un grande consenso dagli utilizzatori. Fu necessario dopo qualche anno un ingrandimento e fu costruito il nuovo stabilimento a Pomezia dove si ampliò anche la tipologia delle vernici e dove rimase fino al 1982, quando si rese necessario un ulteriore ingrandimento e si trasferì ad Aprilia nell’attuale stabilimento di 8000 m² coperti su un’area di 15000 m².

Stabilimento di Pomezia Stabilimento di Roma Stabilimento di Aprilia

In questa occasione furono trasformate la denominazione e la forma societaria nell’attuale “Mirodur SpA”.

Oggi è diretta da Marco e Massimo (figli di Ugo) ancora con l’aiuto di Renato e dei giovani di terza generazione.

Durante gli anni la Mirodur ha seguito l’evoluzione del mercato specializzandosi man mano in prodotti per industria, sistemi tintometrici, fondi e trasparenti per carrozzeria auto, anticorrosione in particolare con rivestimenti epossidici per pipeline gas e acqua, per l’interno di cisterne interrate contenenti carburanti e vari prodotti chimici, nel settore risanamento delle condotte con tecnica NO-DIG (CIPP).

Nel luglio 2016 Mirodur ha acquisito dallo storico colorificio Albesiano Sisa Srl di Torino il know-how comprendente formule, portafoglio clienti, materie prime oltre al personale tecnico/commerciale riguardante le vernici industriali espandendo così la sua preesistente rete vendita nel Nord Italia.

La Divisione Brevetti Industriali dal 1989 ha brevettato e venduto il mulino Turbomill (www.turbomill.com) a oggi in 70 paesi del mondo, rivoluzionando le tecniche tradizionali di macinazione e facendolo apprezzare da fabbricanti di vernici e inchiostri anche multinazionali.